domenica 6 ottobre 2013

Io sono l'Universo*



Stamani si procede spediti tra una pagina di "Erewhon" di Butler e un Sevcik op.8.
Subito dopo aver passato il mocio in tutta casa.
Domenica mattina tra le più semplici eppure straordinaria nella sua armonica quotidianità.
Mi aspettano panni da stirare e cosce di pollo da cucinare nel forno: marinano da ieri sera dentro yogurt e masala, come la più tradizionale delle ricette indiane vuole.
Si può essere felici nell'esistenza come un cane lo è nella propria cuccia: placidamente, senza pensieri, osservando il mondo fluire in avanti come un treno in corsa.
A tutti coloro che si godono il presente auguro una splendida domenica.
Agli altri auguro che presto siano inseriti nel presente senza inseguire il futuro che - di fatto - non esiste se non nella nostra testa.

Nathaniel

*: frase che si pensa tra sè e sè prima di iniziare la meditazione zazen.