domenica 23 novembre 2014

Alto tradimento











Chissà perchè "Mamma Rai" non manda in onda queste cose.
Chissà perchè - nonostante viviamo nell'era globale - di globale in realtà ci sono solo la Nestlè, la Benetton e Microsoft.
Chissà perchè ogni giorno milioni di persone sono forzate a piegarsi ad un nemico invisibile che si chiama "crisi" e ad essere costrette o ad emigrare o a impoverire e magari morire in silenzio.
Chissà perchè alcuni di quelli che alzano la testa nel mucchio vengono chiamati "cospirazionisti", "idealisti", "fantasisti", "sognatori".
Io non sogno, io vigilo.
In realtà è chi resta nella Matrix a dormire e sognare.
Sogna la democrazia che nella realtà è stata spazzata via.
Sogna la libertà, che ormai è solo più libertà di cambiare canale alla propria televisione.
Sogna il futuro che ha sapore di vaccini, antibiotici e medicine per rimanere in "salute".

Eppure salute dovrebbe avere un significato diverso dal prendere 10 medicine al giorno per sopravvivere.
Salute è avere la dignità di una persona che sa di valere, esercitare quei diritti inalienabili che spettano a tale persona e in conseguenza di ciò avere quello che desidera come DATO DI FATTO INALIENABILE.
Ciò significherebbe un regime di vita umano, un lavoro non alienante e una esistenza giusta, priva di continue amarezze e sforzi inutili per la sopravvivenza.
In questo modo quella persona non si ammalerebbe e non avrebbe bisogno di alcuna medicina ma vivrebbe una vita sana e felice.

Ma chi ci governa (nell'ombra) ha bisogno delle seguenti condizioni per consolidare il proprio potere:

- che il popolo venga mantenuto in un continuo stato di stress ("come arriverò a fine mese?", "non troverò mai un altro posto di lavoro!", "la guerra è ovunque intorno a noi");
- che al popolo vengano concesse delle "distrazioni" per indurlo in uno stato letargico (vedi calcio, TV, tette e culi OVUNQUE, Iphone da pagarsi a rate pur di non sentirsi "OUT");
- che il popolo venga sollecitato costantemente a desiderare qualcosa che non può ottenere, aumentandone così il senso di frustrazione e di impotenza (pubblicità e gossip interplanetario sulle "star" piccole e grandi del globo sono stati creati apposta per questo scopo);
- che il popolo sfoghi attraverso il cibo tutte le frustrazioni che non può alleviare in altro modo.

Ed ecco qui raggiunto il risultato.
La gente si sente infelice. Mangia. Ingrassa. Prende psicofarmaci. E muore di infarto a 50 anni.
Nel frattempo avrà lavorato e messo da parte risparmi e contributi per una pensione che non prenderà mai, per una terza età che non arriverà mai a godersi.
Una sorta di lento suicidio assistito di massa che vede nella civiltà "democratica" occidentale il suo più grande aguzzino, silenzioso e onnipotente.

Chi ci guadagna?
Ovvio.
Prima le multinazionali del cibo (McDonald, Nestlè e compagnia bella), poi i cartelli farmaceutici (che garantiscono la nostra "salute") e dopo vengono i produttori di armi e di petrolio.

Secondo voi, chi fu uno dei più grandi sponsor di Hitler per tutta la durata della seconda guerra mondiale?
La I.G.FARBEN, una casa farmaceutica che produceva lo Ziklon-B, ossia il gas nocivo che serviva a sterminare milioni di persone nei campi di concentramento nazista.
E sapete chi era nel consiglio di amministrazione della I.G.FARBEN?
Un ometto che si chiamava Otto BAYER.
Ma sì! Proprio lui!
Il tizio della aspirina, quella che date ai vostri bambini santi quando hanno il raffreddore!
Tra le altre joint venture la I.G.FARBEN era anche alleata della americanissima STANDARD & OIL, la compagnia petrolifera.... fondata da chi? 
Da John Davison ROCKEFELLER. 
Lui. L'onniscente. L'onnipresente. Il sauro.

Mmmmmmmmm....
Quindi da un lato gli americani mandavano i propri ragazzi a morire affrontando i tedeschi sul campo di battaglia e dall'altro i loro colossi industriali sponsorizzavano l'industria bellica del nemico.
Allora, o io sono improvvisamente diventata idiota o qualcosa non torna.

Ma la volete sapere la cosa più buffa qual è?
E' ANCORA LA STESSA MERDA.
Già.
Perchè di tanto in tanto il turpiloquio è necessario.
Sono passati quanti? 70 anni dalla fine della seconda guerra mondiale?
E in questi 70 anni nulla è mutato.
Chi si fa i soldi ammazzando la gente è ancora al suo posto.
Intoccato ed intoccabile.
E a tutti gli altri non resta che belare e morire sotto la verga del pastore.

La Nestlè ad esempio convince le donne del terzo mondo a non allattare i bambini al seno per svendere gli avanzi (spesso scaduti) di latte in polvere guadagnando cifre astronomiche.
Risultato?
I bambini non ricevono i preziosi principi nutritivi contenuti nel latte materno che permetterebbe loro di sviluppare un sistema immunitario decente e muoiono come mosche. Senza contare che il latte in polvere va diluito nell'acqua e l'acqua che si trova in Africa e affini non è esattamente "S. Pellegrino"!

Detto ciò vi saluto.
Un giorno o l'altro mi oscureranno il blog o mi faranno saltare in aria.
Ma troverò un altro modo - in questo o un altro mondo - per rompere loro le scatole.
Perchè è uno sporco lavoro, ma qualcuno lo deve pure fare.

Con coraggioso Amore
Prana


PS: Ringrazio sempre l'impavido Giacomo per avermi linkato i video che sono ad inizio pagina.

PS: vi segnalo questo articolo sulla Cina: La Cina ovvero la fine del mondo.
Bellissimo e terribile al contempo. Vale la pena spenderci qualche minuto.