giovedì 9 ottobre 2014

Bio Shock




Ci sono svariate domande a proposito dell'epidemia di Ebola che continuano a ronzarmi nella testa.

La prima: perchè i paesi più "civilizzati" non hanno cercato di contenere la malattia quando e dove era ancora possibile farlo? E' un fatto noto anche ai bambini delle elementari come sia più facile curare 100 persone malate evitando che diventino 5 mila piuttosto che curare 5 mila persone nella speranza che non diventino milioni. 

La seconda: possibile che l'OMS si sia accorto dell' "Emergenza Ebola" solo adesso? Svariate organizzazioni no-profit come Medici Senza Frontiere o Emergency sono mesi che vanno ripetendo che la situazione in Africa è al collasso, che le strutture sanitarie non sono più in grado di gestire l'emergenza, che non ci sono medici, non ci sono infermieri, non ci sono farmaci e che i malati - di contro - continuano pericolosamente ad aumentare. L'unica operazione che proprio in questi giorni è stata deciso di attuare è quella di inviare una portaerei e un numero imprecisato di soldati. Utile. I kalashnikov contro un virus. Nemmeno un celenterato mentale con la sindrome di Tourette sarebbe arrivato a tanto.

La terza domanda che mi sorge è la seguente: ma se l'Ebola è un virus tanto pericoloso per cui non esistono cure (se non sperimentali e mai certe al 100%) perchè "importare" in Europa un malato contagiato quasi senza speranza? Per far in modo di contagiare le altre persone sane? 
Non vedo altra motivazione.
Di certo non dico di abbandonare i malati al loro destino, ma esporre milioni di persone ad una malattia letale per assisterne una la trovo una follia. La si poteva aiutare in loco mandando sul posto personale medico adeguato. Ma no.
E così ora l'Europa trema e va in paranoia.
Un po' come l'America che in piena "crisi sanitaria internazionale" manda a casa dal pronto soccorso un uomo di colore arrivato dalla Liberia con sintomi identici a quelli dell'Ebola con in mano un po' di antibiotici e  la raccomandazione di restare a casa qualche giorno. Di nuovo, con quale motivazione? 
Per non disturbare il virus. Non ne vedo ancora altre. 

Sono sempre io, la complottista, è vero.
Eppure in un quadro generale così brevemente illustrato le conclusioni che mi viene da tirare non possono che essere le seguenti:

- i "dominatori" del mondo prendono la palla al balzo dell'Ebola per decimare un po' di popolazione "inutile" (Africa e dintorni); 
- alcuni bene informati asseriscono che il virus sia stato "modificato" in laboratorio e che uno dei padri putativi di questo progetto si trovasse proprio sull'Aereo della Malesyan Airlines tirato giù in territorio ucraino qualche tempo fa: quando si dice la "coincidenza"! Nessun testimone, nessuna falla nel sistema.
- i sopracitati "dominatori" hanno pensato che forse per ridurre la popolazione mondiale in totale schiavitù il fenomeno Ebola potesse essere utilizzato per il meglio: creazione di panico internazionale, richiesta di "messa in sicurezza" da parte di tutte le popolazioni coinvolte, microchip per monitorare la salute di ogni singolo individuo, riduzione delle libertà personali in nome della "sicurezza", dittatura globale.

Il fenomeno Isis temo sia stato creato e armato da alcuni paesi occidentali ad hoc per il medesimo motivo.
Ora serve una bella invasione aliena (clamorosamente finta) e il gioco è fatto.

Qui Prana dallo studio "Veggenti & Co." passa e chiude.
;0)

PS: Riguardo all'appoggio dato al microchip sottocutaneo posto qui di seguito per i più scettici alcuni link interessanti: 


PS2: diffondete le notizie, per favore E' importante che la popolazione globale abbia CONSAPEVOLEZZA di ciò che accade. Non paura ma COSCIENZA sì. 
Un'altra piccola informazione: ELIMINATE IL FLUORO NELLA VOSTRA VITA E NELLA VITA DEI VOSTRI FIGLI. Esistono tante case ormai che producono dentifrici senza fluoro a costi abbordabilissimi (3,70 Euro a flacone).  Per saperne di più sui danni da fluoro: IL FLUORO E' TOSSICO E CANCEROGENO Potete scaricare GRATUITAMENTE l'ebook dal sito indicato. Comunque su internet trovate innumerevoli informazioni a riguardo. 

NAMASTE'