venerdì 8 novembre 2013

Idillio di Sigfrido



Giornate si susseguono dense di avvenimenti e di sogni.
La realtà si sfalda sotto le mie dita come un amuleto consunto dall'età e dall'usura.
Le stelle brillano alte sopra tetti, camini accesi e promesse di un Natale in compagnia.
Nell'aria persiste uno strano odore di primavera fuori stagione.

Un mazzo di rose bianche ingentilisce lo spazio silenzioso che si dipana tra il soggiorno ed il mio cuore.
Non ho più voce d'adamantio.
Il mio canto è per coloro che ascoltano e del mio vivere si dissetano, 
come fili d'erba alla rugiada del mattino.

La notte è un segreto mai troppo taciuto per gli amanti del tempo perduto.

Nathaniel

PS: Letto e approvato dal mio Amore come sigillo d'ambasciata per amici/che lontani/e.